Come aumentare la visibilità online

Hai realizzato il tuo sito con le ultime tecniche digital marketing ma non sei soddisfatto dei risultati?

Sei convinto che il web sia indispensabile per la tua attività ma ti sembra complicato per capire strategie, investimenti e vantaggi?

Per garantire una UX (user experience) degli utenti, devi sapere che l’imprenditore è parte integrante del digital marketing di un’azienda.

Non delegare senza conoscere gli argomenti, questo articolo fa per te!

Ormai il marketing online fa parte della maggior parte delle aziende che operano sul mercato, social network, siti web, portali, mail marketing

Spesso resta il dubbio sulla strategia che stai adottando, è corretta oppure ci sono delle aree dove potrei migliorare?

In qualche modo la maggior parte degli imprenditori operano nel web proponendo i propri prodotti o servizi.

Le prime 7 domande da porsi

Se sarai in grado di rispondere velocemente avrai già le idee chiare su cosa fare.

In caso contrario non preoccuparti rientri nella maggior parte dei tuoi colleghi, quindi pensa bene alle risposte investendo il tempo necessario.

  1. quali sono i miei obiettivi?
  2. come traccio le esperienze dei miei clienti?
  3. qual’è il target dei miei potenziali clienti?
  4. dove essere presente quando gli utenti cercano prodotti e servizi che offre la mia azienda?
  5. quali tecniche devo adottare per essere presente nei risultati?
  6. quali strumenti Google utilizzo?
  7. cosa fa la concorrenza?

Una delle regole da tenere presente è: “tu non sei il tuo target” il potenziale cliente non è un esperto come te!

Prima di entrare nel dettaglio delle 7 domande, devi considerare che la presenza online va guadagnata … non solo pagando.

Dettaglio delle 7 domande

Dettaglio domanda 1: per sapere dove andare mi serve un obiettivo o più di uno, anche se la risposta naturale è “vendere” entra nel dettaglio.

Ovvero, vendere cosa? In zone specifiche? Che limitazioni / responsabilità ci sono?

Dettaglio domanda 2: per misurare il ritorno dell’investimento non devo andare a “naso” se non lo sto già facendo, devo iniziare a tracciare:

  • Come sono arrivati a me, con quale mezzo (telefono, mail, visita)
  • Cosa acquistano i clienti (prodotti, servizi, nuovo, usato….)
  • Quanto costa il servizio che ha generato contatti e vendite.

Dettaglio domanda 3: studiare chi sono i miei potenziali clienti, è importante per pianificare la strategia più adatta.

Certo in alcuni casi possono essere target ampi, vale ancora di più la pena per analizzarli per non investire tempo e soldi in modo disorganizzato.

Stilare una classifica dei clienti a cui ho già venduto può aiutarmi a capire meglio il mio target.

Dettaglio domanda 4: la risposta a questa domanda è: “non ovunque!”.

Ovvero, essere presente su più canali è ok come strategia di digital marketing mix, ma non esagerare!

Avere un sito web non significa avere una presenza automatica su internet, quindi non pubblicherò contenuti senza considerare come cercano gli utenti.

Sto investendo soldi e tempo, quindi devo tenere a mente che se pubblico su più canali, più canali dovrò gestire (anche se gratuiti il tuo tempo ha un costo).

Per aiutarti aiutati puoi usare le risposte ottenute dai punti 1, 2 e 3.

Dettaglio domanda 5: la ricetta della Coca Cola non è disponibile, quindi considera che la presenza online va guadagnata con un piano di digital marketing adeguato.

Se utilizzo il sito web o i portali, va considerato che lo farà anche la maggior parte dei miei concorrenti.

Perché dovrei apparire più di altri? Devo investire in tempo e competenze per diversificarmi dagli altri.

Mi spiego con un esempio, Auto4.it vende auto usate nuove km0, pubblicando le offerte sul proprio sito, social network e 5 portali di annunci principali.

serp-auto4-stelvio-km0

Probabilmente i miei concorrenti (migliaia) scriveranno e pubblicano le stesse cose.

Nell’immagine sopra puoi vedere il risultato di Auto4.it ottenuto con una campagna a pagamento.

Una campagna pubblicitaria con Google Adwords ben fatta garantirà ad Auto4.it la presenza in 1a pagina per gli utenti che cercano l’auto in vendita.

Ricorda

Per quale motivo i motori di ricerca e gli utenti dovrebbero trovarmi nei primi risultati ?

Per rispondere alla domanda 5 devo iniziare a capire cosa scrivono gli utenti che cercano i miei prodotti o servizi, senza pregiudizi o paradigmi.

Dettaglio domanda 6: il motore di ricerca più utilizzato è Google, il quale offre molti strumenti gran parte gratuiti.

Tra gli strumenti che non possono mancare nella tua azienda sono quelli in grado di tracciare: esperienza utenti / tuo sito.

Ad esempio Google Analytics, in grado di offrirmi moltissimi dettagli della navigazione degli utenti nel mio sito, ad esempio:

dispositivi, pagine visualizzate, città, orari e molto altro.

Posso anche impostare degli obiettivi (esempio: pagina contatti) o degli eventi (ad esempio: prodotti o servizi).

canali/analytics/auto4

Google Adwords invece è un potente strumento di pianificazione parole chiave (ricordi? Cosa scrivono i tuoi potenziali clienti per cercare?).

Oltre a fornirti idee utili per valutare quali parole chiave usano gli utenti, Adwords mostra anche quelle usate dalla concorrenza.

keywords/adwords/auto4

Dettaglio domanda 7: analizzare cosa e come scrive oppure dove è presente la concorrenza è un’attività importante.

Alla risposta 6 abbiamo visto come Google Adwords può aiutarmi a capire quali parole utilizza la concorrenza rispetto agli utenti che cercano.

Pertanto non mi limiterò a fare una breve e pre impostata ricerca sui portali di riferimento, devo impegnarmi per scoprire come cercano gli utenti.

Spero che questo articolo ti sia di aiuto per iniziare una buona strategia di digital marketing, fammi sapere cosa ne pensi.

 

 

 

 

 

Lascia un commento